La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

 

 

 

Ritorna alla pagina Percorsi

 

Vai alla Home Page

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  Da Porto Badisco a Santa Cesarea Terme

 

Distanza: 11,1 Km    Tempo di percorrenza: 3h 30'

 

Difficoltà:- trekking: EE    MTB: EC (con bici in spalla in alcuni tratti dalla Fraula a Torre Minervino)

 

Tappa precedente: -Da Punta Palascia a Porto Badisco        

GPS download: Da Porto Badisco a Santa Cesarea Terme   

Tappa successiva:Da Santa Cesarea Terme a Castro

 Da Porto Badisco a Santa Cesarea TermeDa Porto Badisco a Santa Cesarea Terme

 

 

 Percorso & Cultura

Percorso interamente su sterrato (a meno di qualche centinaio di metri che si percorre sulla carrozzabile una volta saliti dalla scogliera a Torre Minervino per percorrere la parte finale del sentiero un poco distanti dalla costa. Impegnativo nella prima parte, non presenta eccessive difficoltà superata la torre Minervino.

 

Il percorso inizia dalla spiaggetta di porto Badisco e si svolge in due parti: il primo terzo del percorso si svolge costa mare mentre i due terzi dello stesso si percorrono in quota, sopra la SP 358. Da porto Badisco quindi si raggiunge la statale che si percorre per qualche centinaio di metri, fino alla località "La Fraula". Da qui si percorre il sentiero dentro la scogliera, ben identificabile e relativamente facile. Questo tratto risulta particolarmente bello, con vista mare sulla sinistra e la falesia, alta sulla destra, con sullo sfondo torre Minervino. Quando saremo arrivati giusto sotto la torre, un sentiero angusto (seguire fedelmente la traccia GPS) ci conduce alla base della torre che rimane sulla nostra destra. Da qui percorriamo la stessa statale 358 per qualche decina di metri e pieghiamo a destra e poi a sinistra, percorrendo un sentiero (molto frequentato di bikers) nei prati incolti lasciandoci la statale alla nostra sinistra per un lungo tratto fino ad arrivare in vista della torre Specchia La Guardia che si distingue da un alberello cresciuto sul suo tetto . Superiamo la torre che lasceremo alla nostra sinistra e, seguendo un sentiero adiacente ad un muretto a secco arriveremo in vista delle "Nuove Terme" (una cattedrale nel deserto costruita per affiancarsi alle attività delle terme vecchie di Santa Cesarea, non sono mai entrate in funzione e ora costituiscono un sito da saccheggiare di tutto quello che è possibile portare via). Superiamo le terme che lasceremo alla nostra sinistra. Da qui per tracce ben evidenti percorreremo prima un tratto nella serra brulla, poi, piegando a sinistra si giungerà ad un bel bosco di pini che attraverseremo per giungere infine in periferia della cittadina di Santa Maria di Leuca. Attraversando la provinciale, un percorso cittadino ci condurrà esattamente sopra le terme sulfuree. Si raccomanda qui, nella bella stagione, un bel bagno nella grotta dove sgorga la sorgente sulfurea (esattamente sotto il punto indicato come punto di arrivo del percorso.

 

Visita di Santa Cesarea Terme:

 Per maggiori informazioni vai a: http://www.comune.santacesareaterme.le.it/territorio/da-visitare

Foto:

Scogliera a sud di Porto BadiscoScogliera a sud di Porto Badisco

Torre MinervinoTorre Minervino

 

   

Scogliera nei pressi di Santa CesareaScogliera nei pressi di Santa Cesarea

                                                                                                                                    

In vista di Torre Specchia La GuardiaIn vista di Torre Specchia La Guardia

 

                                                                                       

Torre Specchia La GuardiaTorre Specchia La Guardia  

                                                                          

Nuove terme di Santa Cesarea (abbandonate)Nuove terme di Santa Cesarea (abbandonate)

Santa Cesarea TermeSanta Cesarea Terme